La ludopatia portata dai Casino Online

Certamente la Lega non si è mai nascosta nell’esternare i suoi pensieri nei confronti del mondo del gioco d’azzardo: ha sempre mantenuto un atteggiamento coerente e sicuro del proprio indirizzo e lo ha portato avanti con caparbietà. La legge sulla lotta alla ludopatia fortemente voluta dalla Regione Lombardia sta avendo un buon successo, è una legge importante ed un impegno che viene portato avanti con determinazione a tutela dei soggetti più sensibili e che hanno subito disagi in conseguenza di un indiscriminato “abuso” di gioco. Il Parlamento per fare una legge “nazionale” -che tutto il settore si auspica possa essere “partorita” a breve- potrà fare riferimento a questa “legge lombarda” che traccia un percorso per la tutela degli individui/giocatori e che certamente non è stata predisposta “contro” il gioco pubblico che è “legale” e che va, quindi, rispettato.

Le azioni che la Regione Lombardia e gli Enti locali attuano hanno l’obbiettivo primario della prevenzione, per evitare assolutamente che si arrivi alla ludopatia, con scambio di informazioni e costruendo una “rete” con i Comuni e con le varie Associazioni di volontariato che si occupano del “gioco patologico”: in più le Regioni, e la Lombardia potrebbe essere la prima in “testa”, deve mantenere “calda” l’attenzione del Governo e continuare a sollecitarne interventi che continuano ad essere preannunciati, ma che di fatto non avvengono ancora. Il motivo, quindi, per cui le Regioni “agiscono in proprio” è sicuramente questo: il mancato intervento “nazionale” del Governo centrale.